PROSPETTIVE E PENSIERI


prospettive e pensieri

(…) quello che stiamo vivendo è un periodo di interregno, uno di quei momenti in cui gli antichi modi di agire non funzionano più, gli stili di vita appresi/ereditati dal passato non sono più adeguati all’attuale conditio humana, ma ancora non sono state inventate, costruite e messe in atto nuove modalità per affrontare le sfide, nuove forme di vita più adeguate alle nuove condizioni.

Zygmunt Bauman, Modernità liquida

 

Quella che stiamo affrontando, più che una “crisi economica”, è una crisi dei valori. Il periodo di interregno costituisce un’occasione unica per rimettere in discussione le nostre convinzioni e il nostro modo di vivere.

Minimalogico offre un’opportunità di confronto e di condivisione costituendo un luogo lontano da quelli comuni, un luogo dove i pensieri sono liberi di esprimersi.

La curiosità e il bisogno di cambiare ci porta alla ricerca delle correnti di pensiero “alternative” e dei movimenti culturali nuovi; diffidenti verso le ideologie, siamo sempre pronti a innamorarci delle idee.

La nostra riflessione tiene conto di prospettive diverse, ma anche della prospettiva strettamente personale di chi scrive raccontandosi in modo autentico, condividendo la propria verità come dono agli altri e non come atto di autocelebrazione.

Le riflessioni, i pensieri, i punti di vista che fanno parte dell’universo minimalogico portano alla ricerca della felicità lontano dall’avere e dall’apparire e ci avvicinano alla semplicità, alla lentezza, alla decrescita, al rispetto e all’amore per le persone e l’ambiente che ci circonda.

DOWNSHIFTING COME STILE DI VITA

DECLUTTERING – ARTE O NECESSITA’?

CRISI: RIPENSIAMOCI!

ONORE ALLE SOFFERENZE E AI LIMITI!

FLANERING – E’ SOLO GIROVAGARE?

IL NATALE MINIMALOGICO

LAVORO – L’ILLUSIONE DELLA MERCE RARA

DECRESCITA: SPEZZARE L’INCENTESIMO DEL PIL

SÍ VIAGGIARE – MINIMALOGICO

RADICI DI CONSAPEVOLEZZA: TROVARE IL PROPRIO ALBERO

L’INQUIETUDINE DEI (MODERNI) MODI DI COMUNICARE

ELOGIO DELLA DIVERSITA’

MINIMALOGICO IN MOVIMENTO

L’INQUIETUDINE DEI (MODERNI) MODI DI COMUNICARE – CONFESSIONE

VITE (STRA)ORDINARIE

L’ECOLOGIA DEL SILENZIO

LIBERI DI LEGGERE (NON SOLO A NATALE)

ASCOLTARE IL DOLORE

MINIMALOGICO IN MOVIMENTO – PROSPETTIVA PERSONALE

EXPO 2015 – UN’OCCASIONE SPRECATA

REDUCETARIANI – MENO, MA MEGLIO

VALORE DEL CIBO. Paradossi e contradizioni dello spreco alimentare

TRA LUCI E OMBRE DELL’ESSERE

DENTRO E FUORI LE EMOZIONI

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>