Monthly Archives: March 2015

PANE IN COMPAGNIA


cell kate scaricate marzo 108

Vi ho già parlato di questa “passione pericolosa”, che richiede dedizione, tempo e spazio. Oggi invece vi propongo di fare il pane arabo in versione semplice e veloce. Tra l’altro è un ottimo modo per passare il tempo insieme ai vostri figli: i bambini si divertono tanto mettendo le mani in pasta!

Per fare dieci panini vi servono:

500 gr di farina
35 gr di lievito madre non rinfrescato (oppure 12 gr di lievito di birra o 200 gr di pasta madre)
300 gr di acqua
10 gr di sale

Impastate farina con il lievito e acqua (se usate il lievito di birra, va prima sciolto in acqua). Unite il sale e lavorate l’impasto per una decina di minuti finché non sarà elastico. Formate una palla e mettetela a lievitare in una ciotola unta d’olio e coperta da un panno, per circa un paio ore.

Una volta lievitato dividete l’impasto in 10 parti uguali, formate delle palline e appiattitele dando loro una forma tonda con un diametro di circa 12 centimetri.

Coprite l’impasto con un canovaccio e lasciatelo riposare per 30 minuti.Trascorso questo tempo, infornate i panini a 250 gradi per circa 10 minuti (lasciandoli piuttosto bianchi).

Ovviamente il pane ha bisogno di compagnia. E cosa c’è di meglio della crema di nocciole fatta in casa?

Per fare un barratolino da 200 gr vi serviranno:

6 cucchiai colmi di nocciole intere
un cucchiaio e mezzo di cacao amaro
un cucchiaio di zucchero di canna
1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva
un pizzico di vaniglia
4-6 cucchiai di latte (vaccino, oppure in versione vegan di soia o di riso)

Tostate le nocciole intere per 2-3 minuti in padella a fuoco medio, poi trasferitele nel mixer e frullatele fino a polverizzarle, aggiungete l’olio e continuate a frullare fino ad ottenere un composto quasi cremoso.

Unite lo zucchero di canna, il cacao amaro e la vaniglia. Frullate ancora per un minuto, poi unite il latte e continuate a mixare fino a quando non avrete ottenuto una crema omogenea. Se il composto risulta troppo duro, aggiungete ancora un filo di latte, se invece risulta troppo liquido, mettete ancora un po’ di nocciole tritate.

La crema va conservata in frigo e consumata entro una settimana.