Monthly Archives: February 2013

NUTRIRSI BIODINAMICA-MENTE


20100131-P1310076

Cosa significa il termine biodinamica?
Il termine biodinamica è associato a quello di agricoltura, coltivazione. I semi da cui germoglia e nasce l’agricoltura biodinamica sono stati gettati da Rudolf Stainer e poi coltivati e trasmessi dai suoi sostenitori. Rudolf Stainer, filosofo, studioso, ricercatore e padre dell’antroposofia («è una via della conoscenza che vorrebbe condurre lo spirituale che è nell’uomo allo spirituale che è nell’universo.») negli ultimi anni della sua vita, tra le altre materie si occupò di agricoltura, lasciando le linee guida, non un metodo rigido, per la “cura” della terra. Un “cura” che rappresenta un modo non solo di coltivare ma anche di vivere, concepire e rispettare la nostra terra e quindi i suoi prodotti e quindi colui che se ne nutre; l’uomo. Stainer divulgò il suo pensiero e i suoi consigli pratici, in una serie di conferenze nate dalla richiesta di alcuni agricoltori, che in una cittadina rurale della Polonia degli anni ’20, per primi chiesero aiuto, come sentivano stava facendo la loro terra, perché a causa dell’utilizzo dei fertilizzanti chimici si stavano verificavano cambiamenti che frenavano e disturbavano il processo naturale del ciclo produttivo.

Attraverso l’agricoltura biodinamica che si basa sui principi di:
• mantenere fertile la terra,
• rendere sane le piante,
• produrre alimenti di alta qualità
senza utilizzare fertilizzanti chimici ma attraverso:
• il compostaggio,
• la rotazione delle colture e
• il sovescio,
il tutto seguendo
• le fasi lunari,
si producono alimenti vivi e pieni di qualità nutritive in grado di dare all’uomo “fertilità” nel senso più ampio di salute fisica e mentale. La terra se viva e fertile da all’uomo prodotti che lo fanno sentire vivo e in salute.

Chi si occupa della terra è lo stesso agricoltore la cui azienda agricola, secondo Stainer, rappresenta anch’essa un organismo vivente, con un suo ciclo di vita che si inserisce in un organismo vivente più grande, il cosmo. I tre sistemi, universo, terra, uomo che la coltiva, dal più “grande”, al più “piccolo” si influenzano a vicenda e se l’uomo inquina, avvelena, devasta la terra crea un disequilibrio che incide nel più ampio destino per la sua stessa specie. La prima e più importante domanda che l’agricoltore si pone di fronte alla sua terra è: “di che cosa ha bisogno? Come posso coltivare quel terreno per renderlo fertile, per far si che le piante non si ammalino e diano frutti di qualità?”.

Perché nutrirsi biodinamica-mente?
Se applichiamo i principi della biodinamica a noi uomini potremmo dirci che in questo periodo storico caratterizzato da una “modernità liquida (…) viviamo in un perpetuo e trafelato presente, in cui tutto è affidato all’esperienza del momento, e in cui la perdita di senso del tempo si accompagna allo svuotamento dei criteri di rilevanza..” (Bauman), da OGM, sementi ibride, crisi economico-sociale, anche per noi si stanno verificavano dei cambiamenti che frenano e disturbano il processo naturale del “mens sana in corpore sano”, e del nostro ciclo ri-produttivo.

Come la terra da coltivare è in mano all’agricoltore così la nostra salute e il nostro ben-essere sono nelle nostre mani. Il modo in cui ci alimentiamo, influenza il modo in cui pensiamo che a sua volta ci mette in contatto con il mondo e viceversa quello che succede nel mondo influenza il nostro modo di pensare e di nutrirci.

La domanda che possiamo porci è: “di che cosa ho bisogno per stare bene? Come posso nutrire il mio corpo e la mia mente per renderli “fertili”, per far si che non si ammalino e mi permettano di avere una buona qualità della vita?”. Le risposte possono essere diverse.

Scegliere un alimentazione biodinamica è una delle possibili risposte a a questa domanda. Indipendentemente dalle marche dei prodotti, dalla pubblicità che gli viene fatta, da ciò che promettono di fare, mangiare cibi di stagione, piantati cresciuti e raccolti nel periodo naturale per queste pratiche, nutriti attraverso concimi naturali significa dare al proprio corpo ciò di cui ha bisogno ed evitare acidosi e intolleranze. Alimentarsi in modo biodinamico significa equilibrare la sfera fisica per permettere di espandersi a quella mentale. Quando non stiamo bene fisicamente difficilmente riusciamo a pensare e di conseguenza rapportarci alle persone o alle cose in modo libero e sereno.

Dare all’uomo lo stesso nutrimento vitale che è stato dato alla pianta attraverso le radici e la terra crea un circolo sano e armonioso.

Niente è visto in modo rigido e totalizzante, farlo con le verdure e con la frutta è un passo importante per dare al corpo sostanza sane, ricche di qualità. Questo permette di sentirsi “forti” fisicamente e di conseguenza mentalmente. Usare solo verdura e frutta di stagione può apparire una limitazione, quando in realtà può stimolare la nostra fantasia e ricerche per poterli accompagnare ad altri prodotti di stagione che magari già usiamo o possiamo sperimentare, mangiandoli cotti o crudi. A questo proposito è possibile curiosare alcune ricette minimalogiche anche da qui.

Nutrirsi biodinamica-mente è possibile e ci fa stare bene!

Compostaggio = praticabile da chiunque abbia un giardino o una piccola porzione di terra, di orto, consiste nella decomposizione di materie organiche (residui di potature, rifiuti di giardinaggio, foglie fiori secchi) per ottenere un composto da utilizzare come fertilizzante. Solitamente si utilizzano dei Domocomposter consegnati gratuitamente dall’Azienda che si occupa dell’igiene ambientale, come ad esempio il gruppo Hera, che trasformano i rifiuti organici in compost utile per concimare i terreni. La frazione umida dei rifiuti, infatti, opportunamente trattata, si trasforma in un prodotto che, apportando sostanza organica, si rivela particolarmente utile per il giardinaggio. Per maggiori info può essere utile questo pdf.

Sovescio = consiste nel seppellire particolari piante allo scopo di fertilizzare la terra. Per saperne di più è possibile leggerne quì.

Fasi lunari = anche se molti non ci credono in realtà le fasi lunari influiscono sullo sviluppo di molte attività viventi natuali e umane. Per saperne di più è possibile leggerne quì.

 

Per info paper and on-line:

Steiner, Rudolf, Impulsi scientifico spirituali per il progresso dell’agricoltura. Antroposofica Editore.

Bauman, Zygmunt , Vite di corsa. Bologna: Il Mulino 2008

http://bressanini-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2011/02/21/biodinamica%C2%AE-cominciamo-da-rudolf-steiner/

http://www.cure-naturali.it/cucina-biodinamica/2120/dieta-biodinamica/2028/a

http://www.rudolfsteiner.it/biodinamica/agricoltura/agricolturabiodinamica.html

http://www.biodinamica.org/

http://www.agricolturabiodinamica.it/site.asp?idSito=1&idLingua=2&idPagina=3

http://www.verduredistagione.it/

http://www.lospicchiodaglio.it/verdure-stagione/dicembre